Consigli di Settembre: Concediti delle Mini-Vacanze

Uno degli errori più comuni al rientro dalle vacanze è certamente quello di ributtarsi a capofitto nel lavoro e nella routine quotidiana senza dare spazio al benessere interiore, mentale e fisico, trattenendo quasi il fiato fino alle prossime vacanze.  Anche solo l’idea di ciò può rendere piuttosto traumatico il rientro alla quotidianità e molta gente finisce con il soffrire della cosiddetta sindrome da rientro.

Per questo motivo, in questo mese di Settembre (ma anche dopo!) fate in modo di ricordarvi il più spesso possibile dell’importanza del continuare a ritagliarsi dei momenti di pausa, delle mini vacanze durante le vostre giornate.  Possono essere dei momenti semplici e brevi, ma dei momenti personalissimi fatti di quello che più vi da forza e energia. Potrebbe trattarsi di una breve passeggiata, qualche pagina di un libro, un breve esercizio di respirazione, una meditazione di 5 0 10 minuti o una canzone. Concentratevi su piccoli gesti che fanno bene al vostro essere ed arricchiscono la vostra vita di momenti di pura e semplice gioia. Diminuite e bilanciate lo stress che viene dal lavoro e dalle vostre responsabilità con il giusto riposo sia fisico che mentale prendedovi cura di voi stessi. Consideratelo un investimento per il futuro che vi ricompenserà ampiamente.

Per cominciare, ecco una breve e semplice meditazione…

Meditazione Zen

La posizione più adatta alla meditazione è quella del loto: gambe incrociate e palme dei piedi poggiate sulle cosce. Le ginocchia dovrebbero poggiare a terra. Per far si che il bacino sia rialzato rispetto al pavimento sistemate un cuscino sotto le natiche. Può andare bene anche stare seduti a gambe incrociate o, alla giapponese, in ginocchio (seiza) con un cuscino sotto le caviglie.

L’importante è mantenere la schiena dritta, ma non rigida, e la testa allineata alla schiena. Il mento deve essere inclinato verso il petto e le palpebre semichiuse: lo sguardo sfocato dovrà fissare un punto sul pavimento a un metro e mezzo davanti a noi. Le mani dovranno poggiare sulle ginocchia con i palmi in su.

Il fulcro della meditazione è il vuoto mentale. Per ottenerlo, la respirazione attraverso il naso e diaframmatica è un valido aiuto: l’attenzione dovrà focalizzarsi su ogni inspirazione e su ogni successiva espirazione.

Se arrivano pensieri, impressioni, sensazioni si osservano e si lasciano andare senza reprimerli.

Buon Settembre a tutti!

Meditazione tratta dal libro “Felicità – Un Anno di Pensieri Positivi

Se trovi gli articoli, le traduzioni e le recensioni di questo sito utili, per favore sostienilo con una donazione. Grazie!


Anime Radianti © 2018 All Rights Reserved

Built by RadiantFlow