Lettere al sabotatore

Questo esercizio è molto consigliato per chi non riesce ad abbandonare il controllo su se stesso, per chi non smette mai di criticarsi con giudizio. In breve, contribuisce a lasciar andare quel nostro aspetto brontolone e critico che, più che farci avanzare o migliorare, più spesso ci limita.

Dicendoci frasi del tipo: “Ma dove vai, tanto non sei capace!” o “È inutile io non lo merito”, il nostro sabotatore interno succhia energia e fiducia in noi stessi. L’esercizio consiste nello scrivere una lettera di licenziamento al vostro Critico Personale. Ecco un esempio di lettera alla quale vi potrete ispirare.

Caro signor Critico, sono lieto di comunicarle che, in seguito ad una profonda revisione del nostro progetto, non abbiamo più bisogno delle sue prestazioni. La sua collaborazione in questo settore è terminata. Da adesso. Stimando le sue qualità, del resto molto apprezzate nel corso degli anni, siamo felicissimi di proporle un incarico di più grande responsabilità e maggiore interesse nel settore Crescita, creatività e supporto. Ci incontriamo lì”.

Tratto dal libro Felicità – Un Anno di Pensieri Positivi

Se trovi gli articoli, le traduzioni e le recensioni di questo sito utili, per favore sostienilo con una donazione. Grazie!


Anime Radianti © 2017 All Rights Reserved

Built by RadiantFlow