Don Miguel Ruiz: Cos’è la Mente e Cosa Fa?

La mente è una funzione del cervello che trasforma la percezione in linguaggio. Ognuno di noi descrive la realtà in modo unico e personale. Voi avete i vostri modi e io ho i miei. La differenza, ovviamente, sta in come funziona il nostro cervello. E questo dipende anche da come ci è stato insegnato a percepire il mondo.

Quando vediamo una scena idilliaca – una catena montuosa, dei prati verdi e spazi aperti e selvaggi – qualcuno di noi pensa al paradiso. Reagisce con entusiasmo e piacere. Vedendo lo stesso scenario, altri immaginano grandi difficoltà e un’estrema solitudine e reagiscono con paura. Dove qualcuno vede la serenità, altri sentono il turbamento. Se ci è stato insegnato ad avere paura, probabilmente continueremo ad averla. Se crediamo che le cose sconosciute siano pericolose, eviteremo nuove esperienze.

Ci è stato insegnato a interpretare ciò che vediamo. Ci è stato detto a che cosa credere e abbiamo creduto a ciò che ci è stato detto. Sin da quando siamo nati, siamo stati guidati dall’opinione pubblica e privata. La realtà è fatta di impressioni e di esperienze a cui diamo un significato e un valore personale. Ovviamente cambia di continuo poiché gli eventi continuano a cambiare. La nostra personale percezione della realtà è influenzata dalle nostre opinioni e dalle nostre paure.

Molte convinzioni fomentano la paura. Molte convinzioni sono fomentate dalla paura. La paura ha avuto un grande influsso sul modo in cui abbiamo imparato a guardare il mondo. La paura fisica è naturale e fondamentale per la nostra sopravvivenza, ma è importante ricordare che la paura irrazionale invece non lo è. È irrazionale avere paura di ciò che non esiste. Ma di fatto può provocare danni reali. Eppure abbiamo imparato a lasciare che la paura irrazionale plasmi la nostra realtà. Abbiamo imparato a reagire emotivamente nel modo in cui lo fanno gli altri e ad avere paura anche di ciò che immaginiamo soltanto.

Queste reazioni hanno bisogno di tempo e di pratica per perfezionarsi. Abbiamo seguito le regole della nostra famiglia e della nostra cultura. Genitori e insegnanti ci hanno mostrato come dobbiamo comportarci nel mondo degli esseri umani e abbiamo portato con noi nell’età adulta quelle lezioni. Ora siamo noi che, quasi allo stesso modo, ci diciamo come dobbiamo comportarci. Rispettiamo le regole della società ma ne applichiamo molte anche alla nostra vita personale. Governiamo noi stessi attraverso delle leggi che ci siamo fatti da soli, dei giudizi personali e delle minacce mentali.

Da bambini vedevamo come la nostra famiglia e la nostra comunità locale venivano governate. Seguivamo le regole della scuola, della chiesa e della burocrazia. Di solito, andare contro le regole voleva dire perdere il rispetto dei nostri simili. E a volte le perdite erano anche più gravi. Rispettavamo le regole delle amministrazioni locali e le leggi nazionali. Non rispettarle significava pagare un prezzo anche più alto. Tutto questo ha influenzato il funzionamento della nostra mente e quindi si può dire che il modo in cui governiamo noi stessi rispecchia il modo in cui vanno le cose nel mondo.

Non c’è da stupirsi se tutti abbiamo un piccolo governo che agisce nella nostra testa. La mente è il governo che stabilisce le regole che il corpo fisico segue. Siamo disposti a subire delle punizioni concrete per non avere rispettato le regole che abbiamo stabilito e molto spesso le facciamo subire anche agli altri. Come gran parte dei governi, la mente cerca di imporre le sue leggi ad altri corpi.

Se diventiamo consapevoli del modo in cui funziona la mente, possiamo modificare il modo in cui governiamo noi stessi. Quando vediamo come funziona il nostro piccolo governo, possiamo cambiarlo. Possiamo modificare le nostre leggi. Possiamo creare qualsiasi cosa siamo in grado di immaginare per il nostro benessere. Possiamo provvedere meglio al nostro corpo e permetterci una maggiore libertà di espressione. Possiamo porre fine alle severe punizioni che ci siamo autoinflitti e che rendono impossibile l’esperienza dell’amore che meritiamo.

Tutti vogliamo dare il meglio di noi stessi. Vogliamo contribuire alla nostra evoluzione. Vogliamo sapere cosa abbiamo sbagliato e cosa potremmo fare in modo migliore. Vogliamo trovare le risposte alle nostre domande occulte e utilizzarle nella nostra vita. Ci piacerebbe scoprire ciò che è vero.

Tutti possiamo usare alcune perle di saggezza. La saggezza migliora la nostra relazione con la vita, con la verità. Ci permette di superare le nostre paure e le nostre abituali convinzioni. Ci dà la volontà di passare attraverso una nuova porta e poi la successiva.

Il viaggio inizia con tre domande essenziali: Chi sono io? Cos’è reale? Cos’è l’amore?

Tratto da “Le Tre Domande – Il potere della saggezza tolteca” di Don Miguel Ruiz

 

 

 

Se trovi gli articoli, le traduzioni e le recensioni di questo sito utili, per favore sostienilo con una donazione. Grazie!


Anime Radianti © 2019 All Rights Reserved

Built by RadiantFlow