Judith Faulkner: Vale la pena sviluppare la virtù del coraggio?

Nonostante la maggior parte di noi ammira il coraggio quando questo viene mostrato dagli altri, raramente cerchiamo di svilupparlo consapevolmente in noi stessi. Al contrario, sembriamo molto più interessati a sviluppare un senso di sicurezza.

Tuttavia, quando la ricerca della sicurezza ci porta a vivere nella paura per via della continua attenzione ad avvertimenti del tipo, sta attento – non prendere rischi – non fidarti degli estranei – non dire quello che pensi, il nostro senso di sicurezza viene eroso anziché fortificato – il pauroso infatti muore un milione di volte, mentre il coraggioso una volta sola.

Ma cos’è il coraggio?

Ambrose Redmoon ne dà una buona definizione:

Il coraggio non è l’assenza della paura, ma piuttosto il giudizio che qualcos’altro è molto più importante della paura”.

Quando una donna che normalmente ha paura di guidare di notte, supera la sua paura per portare una persona cara all’ospedale durante la notte, lei sta usando il suo coraggio per neutralizzare la sua paura. La donna avverte ancora la paura ma non le consente di paralizzarla.

Paradossalmente, cedere alle nostre paure non ci fa sentire più sicuri, ma al contrario ci rende molto più paurosi di prima.

Un uomo che vuole chiedere ad una donna di uscire ma ha paura di essere rifiutato, non farà altro che evitare situazioni in cui incontrarla è possibile, allontanandosi sempre più dalla possibilità di gioire di una felice relazione con la donna che ama. Sentire la paura e trovare il coraggio di farlo comunque invece lo farà sentire più sicuro, anche nel caso in cui i suoi sforzi non danno il risultato sperato.

Rispondere con paura di fronte ad un reale pericolo è vitale per la nostra sopravvivenza, ma la maggior parte delle paure che bloccano il nostro progresso sono ipotetiche o immaginate, sebbene provochino lo stesso stress emotivo e fisico.

In molti casi siamo così abituati a questo permanente stato di paura che crediamo sia la norma e non riusciamo ad immaginare che qualcosa possa essere fatto per cambiare. Per fortuna però abbiamo ancora il nostro essere interiore che si ricorda perfettamente chi eravamo prima che permettessimo alle nostre paure di condizionare le nostre vite, e se facciamo silenzio nella nostra mente e ascoltiamo con attenzione, possiamo sentirlo sussurrare: “Svegliati dalla tua trance e sviluppa il tuo coraggio, perché il coraggio si può imparare!”.

Si, il coraggio è un’abilità mentale che può essere sviluppata. È basata sul desiderio di essere liberi dalla paura e sulla nozione che forse la paura non è così reale come pensiamo.

Il primo passo è imparare a distinguere tra la paura che riguarda un reale pericolo e le paure che riguardano dei pericoli immaginari, e lo facciamo facendo una lista di tutte le nostre paure e poi stilando una classifica in base a quanto sono probabili.

Per esempio mettiamo a confronto due possibili paure:

  • “Data l’attuale crisi economica potrei perdere il mio lavoro”
  • “Sono sicuro che tutti stanno ridendo alle mie spalle”.

Scegliete quella meno terrificante e sfidatela con la domanda: “Sono assolutamente certo che questo sia vero?” – per esempio – “Sono assolutamente certo che tutti stanno ridendo alle mie spalle?”. Poi riflettete su come sarebbe la vostra vita senza questa paura e prendetevi del tempo per visualizzare voi stessi liberi da questa paura, sentendovi sollevati, più leggeri e con più energia.

Ora, la prossima volta che questa paura si presenta, prendete l’impegno di metterla a tacere con una decisa affermazione come questa: “Io posso scegliere di ignorare questa paura e di gioire della mia vita comunque!”.

Poi passate alla prossima paura da affrontare che avete scritto nella vostra lista. Nel caso in cui perdere il vostro lavoro sia un reale pericolo, dovete raccogliere tutto il vostro coraggio per affrontare la situazione e fare qualcosa a riguardo. Ad esempio potreste cambiare carriera o acquisire nuove conoscenze che vi rendano un candidato più interessante per il lavoro stesso. La cosa importante è sfidare le nostre paure, lasciare andare quelle idiote e costruire il nostro coraggio un passo alla volta.

Articolo di Judith Faulkner
Insegnante Metodo Louise Hay
Operatore EFT
Reiki Master

Photography by BJWOK

 


Anime Radianti © 2017 All Rights Reserved

Built by RadiantFlow