Avere delle Priorità Chiare

Duemila anni fa, il filosofo romano Seneca diceva che il vento era positivo solo per chi sapeva verso quale porto dirigersi. È molto difficile vivere la propria vita con coerenza se non ci siamo fissati un obiettivo di vita e delle priorità ben chiari. E la definizione delle priorità è direttamente collegata alla felicità: in effetti, come possiamo essere felici se non riusciamo a occuparci, almeno in una certa misura, delle cose che sono veramente importanti per noi nella nostra vita? 

Una storia che si racconta in tutte le scuole di management riassume efficacemente il problema della priorità. Un vecchio professore doveva tenere una conferenza di un’ora sull’organizzazione del proprio tempo davanti a un gruppo di direttori generali scelti fra quelli delle imprese più prestigiose della sua regione. Arrivato di fronte al suo attento pubblico, disse: “Faremo un esperimento”. 

Da sotto il tavolo, che si trovava di fronte al pubblico, tirò fuori una grande giara di vetro e delle grosse pietre. Lentamente e con calma, riempì completamente la giara con le pietre. Poi chiese ai suoi brillanti allievi: “La giara è piena?”.“Si”, rispose il pubblico all’unanimità e senza esitazioni. 

Ah, davvero?” Rispose il professore. Quindi tolse un grosso recipiente nascosto nel quale si trovava della grossa ghiaia, che lui versò negli interstizi tra le grosse pietre. “Adesso il vaso è pieno?”, chiese il professore una volta compiuta l’operazione. Molti componenti del pubblico, che cominciavano a capire il trucco, risposero “probabilmente no…”. 

“Avete ragione”, rispose il saggio professore. E tirò fuori un altro recipiente, riempito di sabbia molto fine che lui versò negli spazi rimasti liberi della grande giara. Dopo aver portato a termine questa terza operazione, il vecchio professore rivolse il suo sguardo malizioso al pubblico, sempre più incuriosito. “La giara è piena adesso?”. Non appena la domanda venne rivolta, tutto l’uditorio rispose in coro con un “No” risonante. “Quanto avete ragione!”, rispose il professore, che tirò fuori un barattolo pieno d’acqua e ne versò il contenuto negli spazi rimanenti, finché la giara non fu piena fino all’orlo. “Qual è il significato di questa esperienza? Chiese il vecchio professore.

Senza esitare, uno degli studenti più audaci rispose: “Questo dimostra che, anche se si crede di avere un’agenda piena di appuntamenti e di cose da fare, è possibile organizzarsi meglio e riempirla ancora di più”. 

“Assolutamente no!”, si sentì rispondere il direttore generale in questione. “Le grosse pietre rappresentano le priorità più importanti della vostra vita. Può trattarsi della famiglia, della meditazione, di un hobby e, perché no?, del successo professionale o della salute… Ognuno fa le sue scelte. Se nella giara mettete prima la sabbia e la ghiaia, ovvero le cose meno importanti, non avrete più posto per le grosse pietre. Mettete prima queste ultime al loro posto, altrimenti non raggiungerete mai i vostri obbiettivi”. 

Anche voi, allora, redigete (su un foglio di carta bianco) la lista delle cose più importanti della vostra vita, quelle che volete veramente realizzare e che sono importanti per la vostra felicità… Quindi, chiedetevi se l’attuale organizzazione della vostra vita vi permette di raggiungere in ogni caso almeno alcuni di questi obiettivi, i più importanti. Se così non è, prendetevi il tempo necessario per chiedervi cosa bisognerebbe cambiare nella vostra vita per poterla affrontare meglio.

Tratto dal libro “La felicità si impara” di Pierre Pradervand

Se trovi gli articoli, le traduzioni e le recensioni di questo sito utili, per favore sostienilo con una donazione. Grazie!


Anime Radianti © 2021 All Rights Reserved

Built by RadiantFlow