Stagioneterapia (Gennaio): Coltivare il silenzio

25 gennaio 2020, ore 01.41 – In queste ore di luna nuova, in cui il cielo è buio e veniamo richiamati alla riflessione e alla contemplazione delle nostre intenzioni per il futuro, mi ritrovo a rileggere ancora una volta uno dei consigli per il mese di gennaio contenuti nel libro di Silvia Carri,Stagioneterapia”. L’ho trovato ancora una volta un utile e gentile promemoria. Ve lo condivido.

“Siamo appena usciti dal mese rutilante delle feste, ma la primavera è ancora un miraggio lontano; siamo nel mezzo del cuore freddo e oscuro dell’inverno. È questo il momento dell’ascolto vero di noi, un ascolto che può aprirci le porte del mondo, predisponendoci a nuova possibilità di esistere. Perciò in questo mese è importante curare almeno quattro aspetti. Innanzitutto, è tempo di silenzio.

Il silenzio è il primo requisito per un sano ascolto. Stando in silenzio e meditando emergono i suoni più veri e sinceri di noi, le emozioni, le sensazioni del corpo, i pensieri e i sentimenti più nascosti. Per questo è fondamentale dedicare almeno 20-30 minuti di meditazione al giorno, ovvero porci in un luogo tranquillo, sicuri di non essere disturbati, in silenzio e a occhi chiusi.

In secondo luogo, è il momento di mettere da parte la critica verso gli altri: anziché puntare il dito sui comportamenti che ci irritano, cerchiamo di ascoltare e di riferire le emozioni che questi ci suscitano. Ne guadagneremo in autostima e forse anche i rapporti con gli altri acquisteranno una linfa nuova. E ancora, nella placida e glaciale tranquillità che l’inverno porta con sé è importante fare il punto della propria vita, guardare dentro di noi, fare bilanci e capire cosa vogliamo davvero e se la direzione che stiamo percorrendo è giusta o meno. Non è tempo però di vittimismi, bensì di guardare ai problemi con obiettività e concretezza.

Cerchiamo infine di coltivare la gratitudine. L’inverno mette a rischio la nostra sopravvivenza, almeno ancestralmente, per questo è importante coltivare un atteggiamento di grande umiltà e gratitudine verso le intemperie del tempo e della vita che ogni giorno ci insegnano a barcamenarci ma anche a tirare fuori le nostre risorse più profonde.”

Tratto dal libro “Stagioneterapia” di Silvia Carri

Puoi trovare la recensione del libro qui

Se trovi gli articoli, le traduzioni e le recensioni di questo sito utili, per favore sostienilo con una donazione. Grazie!


Anime Radianti © 2020 All Rights Reserved

Built by RadiantFlow