Rivedere cosa ci limita

Mentre iniziamo a muovere i primi passi in questo nuovo anno, un po’ rallentati dalle influenze di mercurio retrogrado nel segno del Cancro, ci viene data l’opportunità di fermarci a osservare e a esaminare le limitazioni che autoimponiamo alle nostre menti. Per esempio, quando diciamo che non sappiamo una cosa, che non possiamo fare una cosa, che non è “giusto” o “corretto” fare una cosa, quando pensiamo che non siamo degni di vivere felicemente, quando riteniamo di non potere cambiare le circostanze della nostra vita: ci siamo mai chiesti da dove vengono tutte queste limitazioni? Ci siamo mai chiesti chi ce le ha messe nella testa e perché? Sono vere? Possiamo superarle?

Mercurio retrogrado nel segno del Cancro ci dà l’opportunità di rivalutare tutte quelle tradizioni, superstizioni e convinzioni che ci portiamo dietro da molto tempo e che magari sono anche nate in seno alla nostra famiglia o nella comunità in cui viviamo e che ci limitano e non ci fanno esprimere al massimo delle nostre possibilità.

È certamente arrivato il momento di rivedere tutti quei pensieri e tutte quelle credenze che ci costringono in un angolo o che non ci fanno mai alzare la testa per timore di ripercussioni, incomprensioni o, chi lo sa, anche punizioni.

Ma chi può punirci solo perché ricerchiamo la verità e con essa la libertà da costrizioni che non dovrebbero nemmeno esserci? Chi può punirci solo perché tentiamo di scoprire la verità che da sempre si cela nel nostro cuore?

In realtà forse non può davvero punirci nessuno se non noi stessi. E lo facciamo tutte le volte che non ci amiamo abbastanza da pensare con la nostra testa o tutte le volte che accettiamo quello che dicono gli altri senza fare domande e senza consultare la nostra guida interiore e intuizione.

Perché lo facciamo? Perché abbiamo paura.

Abbiamo paura di non essere accettati e amati per quello che siamo. Allora ci nascondiamo dietro a tanti di circostanza. Però poi non siamo contenti quando le circostanze che viviamo non corrispondono a quello che sognavamo nel nostro cuore.

E allora, prendiamoci questi primi giorni dell’anno per continuare nell’ascolto, per continuare a ricercare quello che vogliamo veramente e per rimuovere tutti gli ostacoli e le limitazioni che ci autoimponiamo. Riflettiamo bene su quello che crediamo di poter fare e ascoltiamo il nostro cuore piuttosto che le opinioni altrui o la società o chiunque altro si ritrovi a passare nella nostra vita.

Amiamoci abbastanza da non avere bisogno dell’approvazione di chiunque ma solo della nostra stessa approvazione. Se riteniamo che qualcosa è giusto per noi, ci dà gioia, ci solleva l’animo, ci dà il sorriso, ci dona pace, chi può dirci di no?

E se c’è qualcuno nella nostra vita che lo fa? Potreste dire.

Bé, credo proprio che sia arrivato il momento di non dargli retta e di lasciarli andare per la loro strada. Se non fosse possibile perché magari sono persone a noi vicine e care, possiamo sempre benedirli e augurare loro ogni bene ma continuare a fare quello che noi riteniamo più giusto per noi stessi.

Solo se siamo veramente felici possiamo essere d’aiuto, conforto e sostegno agli altri. L’infelicità crea solo conflitti, incomprensioni, ripicche e astio. Perché mai vorremmo dare spazio a questi sentimenti nella nostra vita? Cambiamo le carte in tavola. Cambiamo le regole del gioco. Ben presto anche chi ci sta intorno aprirà gli occhi e vorrà a sua volta uscire dalla propria gabbia e vivere bene.

Mi auguro che possiate trovare presto quello che cercate.

Ancora una volta, buon inizio d’anno.

Se volete potete distribuire liberamente questo testo, in maniera non commerciale e gratuitamente, conservandone l’integrità, comprese queste note, i nomi degli autori ed il link https://animeradianti.com

Se trovi gli articoli, le traduzioni e le recensioni di questo sito utili, per favore sostienilo con una donazione. Grazie!


Anime Radianti © 2023 All Rights Reserved

Built by RadiantFlow