Luna Piena in Leone Febbraio 2012

Potremmo disquisire e dissertare in lungo e in largo su tutti i particolari allineamenti planetari che si stanno concentrando in questi giorni e che attivano energie e potenziali molteplici a livello personale e planetario, ma a cosa servirebbe? A cosa servirebbe se poi nella nostra “piccola” vita le cose non vanno?

In tutta onestà quando stiamo davvero male ci interessa che cosa sta facendo il mondo in quel momento? Ce ne frega qualcosa se siamo al momento di una svolta epocale, planetaria e galattica? Ci importa se l’umanità si evolve o meno? NO!

Non è cattiveria, non è ignoranza, non è menefreghismo, solo naturale e sano istinto di sopravvivenza. Quel naturalissimo e semplicissimo processo di identificazione di cosa è davvero importante, che ci spinge a tirare fuori quella viscerale ed egoistica voglia di benessere. Quando stiamo male, emozionalmente e soprattutto fisicamente, abbiamo la grandissima capacità e l’acutezza di filtrare tutto il superfluo e concentrarci solo su quello che conta veramente… NOI. Solo noi contiamo in quel momento, e quel momento è l’unico che conta.

Non sono momenti facili quelli, e non si augurano certo a nessuno. Eppure, sembra che continuino a presentarsi, e ultimamente chissà per quali strani misteri divini, astrologici o altro, sono all’ordine del giorno. Possiamo continuare così? Possiamo vivere a singhiozzo?

Se sentite affiorare un pò di rabbia mista ad esaurimento, non preoccupatevi è del tutto normale e magari anche salutare! Con la luna piena di oggi possiamo toglierci qualche peso e magari dire basta ad una serie di situazioni che stanno opprimendo il nostro cuore, il nostro bellissimo essere e la nostra gioia di vivere.

Un conto è avere delle sfide nella vita che ti fanno crescere, un conto è arrancare e cominciare a credere che sia normale!!!

Mettiamoci la mano sul cuore dunque e vediamo cosa ha da dire. Perché fa così? Perché non è sereno? Cosa abbiamo sbagliato?

Nulla, tranquilli, non abbiamo sbagliato nulla. Abbiamo sempre e solo cercato di fare del nostro meglio. I risultati tuttavia non sono stati sempre quello che ci aspettavamo e questo ci ha amareggiato e intristito profondamente. Ci ha fatto anche dubitare del nostro valore e delle nostre capacità, e anche sul senso della vita. Ma non è colpa nostra, né di nessun altro. È che prendiamo tutto troppo seriamente e diamo infinite energie a cose che onestamente contano poco.

Ritornando alla memoria dei momenti in cui abbiamo creduto di non farcela ci rendiamo conto che l’unica cosa che davvero contava era la nostra stessa vita, il nostro stesso benessere, tutto il resto era “superfluo”. Ora, se quelle cose erano superflue in quel momento, perché le rendiamo fondamentali in tutti gli altri momenti della nostra vita? Forse qui c’è qualcosa da rivedere. Di sicuro dobbiamo rivedere dove sono le nostre priorità e da che parte sta il nostro cuore.

Senza il nostro cuore non serviamo a molto, quindi sopprimerlo e soffocarlo non ci porterà molto lontano. Cosa possiamo fare oggi per liberarlo? Cosa possiamo fare oggi per alleggerirlo? Cosa possiamo fare oggi che lo faccia ritornare a battere in armonia con la vita? Cosa possiamo accettare oggi cosicché possiamo ritornare ad avere speranza? Cosa possiamo ammettere oggi cosicché possiamo cominciare a guarire? Cosa possiamo perdonare oggi così da ricominciare a vivere?

Coraggio!

È tempo di tornare al cuore delle cose.

Letture Consigliate:

Se volete potete distribuire liberamente questo testo, in maniera non commerciale e gratuitamente, conservandone l’integrità, comprese queste note, i nomi degli autori ed il link https://animeradianti.com

Se trovi gli articoli, le traduzioni e le recensioni di questo sito utili, per favore sostienilo con una donazione. Grazie!


Anime Radianti © 2017 All Rights Reserved

Built by RadiantFlow