Stagioneterapia (Febbraio): Purificazione e Intuito

Febbraio in antichità era il mese dedicato alle purificazioni. Lo stesso nome februarius deriva non a caso dal latino februa nel significato di “mezzi di purificazione” […]. Il mese delle purificazioni nel calendario arcaico romano precedeva l’inizio del nuovo anno che coincideva con marzo, preparando così al meglio il passaggio da un ciclo all’altro.

A inizio febbraio, inoltre i celti erano soliti celebrare la festa della luce rinascente Imbolc, poi diventata la nostra Candelora (2 febbraio), che celebra la purificazione della Vergine, quaranta giorni dopo il parto. Nella festa pagana di Imbolc era usanza accendere grandi falò per aiutare la terra a scaldarsi e dare più forza al sole invitandolo ad irradiare di nuovo con maggiore intensità. Il Carnevale, invece, erede dei Saturnali latini, incarna quel senso di follia prima del rinnovamento, un momento in cui la Natura si libera dagli schemi rigidi e seri dei mesi invernali per aprirsi al brio della primavera. I semi, nella profondità del terreno, sono già germogliati e hanno messo le prime radici, e ora si preparano a emergere in superficie […].

È questo un momento importante per coltivare la virtù dell’intuito, ovvero la capacità di saper guardare oltre le apparenze per vedere i lati magici e imperscrutabili delle cose, quelli che spesso costituiscono le nostre guide più sicure nel nostro percorso di vita. È soprattutto ad anziani e bambini che dobbiamo guardare per prendere ispirazione e saggezza. Sono loro infatti a insegnarci l’arte perduta di saper vedere oltre la logica.

Tratto dal libro “Stagioneterapia” di Silvia Carri

Puoi trovare la recensione del libro qui

Se trovi gli articoli, le traduzioni e le recensioni di questo sito utili, per favore sostienilo con una donazione. Grazie!


Anime Radianti © 2020 All Rights Reserved

Built by RadiantFlow