Stagioneterapia (Settembre): Mese di Pulizia e di Riserva

L’Autunno ha inizio con settembre, il nono mese dell’anno, anche se l’origine etimologica del nome rimanda al latino September ovvero “settimo mese” poiché anticamente si contavano i mesi partendo da marzo. Questo mese si mantiene ancora piuttosto placido e quieto nei primi quindici giorni, ma con l’avvicinarsi dell’equinozio si fa decisamente più turbolento e imprevedibile […]. Tutta la natura si alleggerisce, gli alberi cominciano a privarsi delle foglie, l’acqua si fa più intensa, l’energia della terra è volta a liberarsi dal vecchio per potere usufruire al massimo del nutrimento che la accompagnerà poi per tutta la stagione fredda. Si tratta dunque di un periodo d’importante transizione, uno dei mesi più delicati dell’anno in cui il nostro organismo vive un cambiamento psicofisico radicale.

La sindrome di settembre

Settembre rappresenta a tutti gli effetti l’inizio di un nuovo anno, in quanto per molti coincide davvero con svolte di vita profonde. Si è appena tornati dalle vacanze, magari trascorse in paesi lontani, e ci si ritrova catapultati in una serie di nuovi impegni lavorativi, scolastici e familiari. Abbiamo bisogno perciò di “ammortizzatori” che ci consentano di affrontare al meglio lo stress da rientro. I disturbi più frequenti in questo periodo sono soprattutto ansia, stanchezza, leggeri disturbi digestivi, disturbi del sonno e cali di memoria.

La prima regola da seguire è quella di rispettare al massimo i ritmi della natura. È importante sfruttare le ultime giornate estive per svolgere il più possibile attività all’aria aperta, a contatto con luce, sole e aria. Ottime camminate quotidiane, la corsa leggera, il nuoto, le gite nei boschi o al mare, a piedi o in bicicletta, l’importante è ossigenare i polmoni e sfruttare al massimo gli ultimi raggi di sole.

Se abbiamo la fortuna di vivere in campagna o vicino a parchi, boschetti o giardini possiamo divertirci a raccogliere le prime foglie cadute dagli alberi o gli ultimi fiori che la natura ci offre per realizzare profumati pot-pourri o originali decoupage. Infine, possiamo andare alla ricerca di feste e sagre paesane (Covid-19 permettendo!) che, oltre a offrire specialità culinarie a tema, spesso legate ai frutti di stagione, sono spesso un retaggio degli antichi riti di passaggio stagionale come il Mabon, una festa di ringraziamento per i frutti della terra in cui è bello incontrarsi con amici e parenti (ibid.!) per mettere a frutto le proprie esperienze, fare il punto della situazione e condividere nuovi propositi e progetti di vita.

Tratto dal libro “Stagioneterapia” di Silvia Carri

Puoi trovare la recensione del libro qui. La versione ebook qui

Se trovi gli articoli, le traduzioni e le recensioni di questo sito utili, per favore sostienilo con una donazione. Grazie!


Anime Radianti © 2020 All Rights Reserved

Built by RadiantFlow