Stagioneterapia (Luglio): Nel Cuore dell’Estate

Fino all’anno 44 a.C. questo mese si chiamava Quintilis, ovvero quinto mese; solo in seguito assunse il nome di Iulius in onore del dittatore Giulio Cesare. Si tratta del settimo mese dell’anno, numero che rappresenta bene la fine di un ciclo: sette sono infatti i giorni della settimana, sette i pianeti, sette le note. Questo numero sembra insomma riassumere la totalità della vita, il momento in cui si raccolgono i frutti. Ma nonostante la grande ricchezza del mese, che ci regala messi di grano mature e dorate pronte per essere trebbiate, luglio è soprattutto il mese della canicola: in natura l’acqua comincia a scarseggiare e i campi si inaridiscono.

In questo mese il nostro corpo vive un momento in cui il rischio di disidratazione è maggiormente in agguato, i tessuti si asciugano e le cellule riducono la loro attività metabolica. Per questo è importante in questo mese reintegrare la perdita di liquidi, bevendo di più e alternando l’acqua a succhi vegetali non zuccherati per riparare la perdita di sali minerali e vitamine. Il caldo inoltre modifica gli equilibri fisico-chimici dell’organismo che non sempre riesce a ritrovare da solo la propria armonia. Per questo motivo molti vivono in questo periodo momenti di notevole stanchezza e stress. Oltre a una serie di sintomatologie comuni che variano da capogiri, sonnolenza e spossatezza, anche circolazione e digestione possono risentire in maniera diversa; tuttavia non dimentichiamo che la scarsa tolleranza al caldo è frutto il più delle volte di abitudini alimentari e stili di vita errati.

Se volete avere maggiori informazioni e consigli su come affrontare al meglio questo mese, vi consiglio di continuare la lettura del capitolo dedicato al mese di Luglio nel libro Stagioneterapia. Potrete trovare la recensione del libro qui.


Anime Radianti © 2020 All Rights Reserved

Built by RadiantFlow